Per questo vino utilizziamo uve Prugnolo Gentile 85% e Canaiolo Nero 15%, con leggere variazioni percentuali a seconda dell’annata, selezionate a mano nei vigneti della nostra azienda, iniziando a vendemmiarle nei primi giorni di Ottobre.
Le uve dopo una leggera pigiadiraspatura, ed una pre-macerazione a freddo, vengono avviate alla fermentazione alcolica sulle bucce per 12/15 giorni, a seconda delle annate, all’interno di serbatoi inox a temperatura controllata, utilizzando i lieviti naturali. Durante questo periodo vengono effettuati rimontaggi a scalare ed alcune follature, in modo che l’estrazione di polifenoli e tannini, non comprometta la natura giovane e forte di questo vino, e rimangano inalterate le fragranze ed i caratteri di freschezza dell’uva della nostra zona. Dopo un breve periodo di riposo, ed alcuni mesi di maturazione in fusti di rovere di secondo e terzo passaggio, viene imbottigliato e lasciato sostare per un breve periodo di affinamento nel vetro. Anche con questo vino, vogliamo trasmettere la nostra filosofia aziendale ed i caratteri della terra di Montepulciano, che ha la vocazione alla produzione di grandi vini, ma nei quali noi vogliamo mantenere lo specifico valore territoriale della nostra zona de Le Caggiole.
Il colore si presenta di un rubino schietto, con un buon riflesso violaceo.
I profumi sono netti, ricordano la frutta rossa, la ciliegia, qualche nota di pepe, ma forte e bene si sente il richiamo alla Coscia di Monaca, la prugna autoctona di Montepulciano, che è caratteristica in ogni nostro vino.
Il gusto è deciso e buona la persistenza in bocca, è sorretto da una giusta acidità che mantiene il suo carattere fresco, complessivamente rotondo e ben equilibrato.